Arrivare ‘preparate’ alla nascita del proprio bimbo è un’esigenza molto forte in gravidanza, c’è una parola inglese per questo ed è ‘nesting’, ovvero ‘fare il nido’. Imparare PRIMA quali supporti potremo utilizzare DOPO fa parte di questa esigenza.

Per quello che riguarda la mamma, ci sono dei limiti legati alla presenza del pancione. L’altro genitore questi limiti fisici non li ha e potrebbe esercitarsi con un pupazzo o un cuscino. Prepararsi in gravidanza con il babywearing in modo utile significa per la mamma portare il pancione e per l’altro genitore esercitarsi con le legature: con questo percorso possono entrambi prendere confidenza col tessuto, gestire il supporto senza timore che qualcosa vada storto e apprendere con serenità l’handling del proprio neonato prima che questo arrivi tra loro.

Qui ti racconto un po’ di teoria dell’attaccamento e qui come funziona per gli animali.

Ma se vuoi la verità, il ruolo del papà è fantastico in gravidanza: il corpo del papà non cambia e può esercitarsi tutto il tempo senza paura di far cadere nessuno.

Qui invece la tua compagna può scoprire che cos’è ‘portare il pancione’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.