Menu Chiudi

Fasce babywearing: cambiare o no?

fasce-babywearing

Molte volte i neo genitori, sono convinti che il babywearing rappresenti la soluzione miracolosa a tutti i loro problemi, ma in realtà ricorrere al babywearing vuol dire sfruttare una possibilità in più che ci supporti nella gestione dei nostri piccini. In particolare ci si riempie di fasce babywearing prima ancora di capire se possano essere la scelta giusta oppure no.

L’ideale sarebbe rivolgersi a delle professioniste per iniziare in maniera graduale questo splendido viaggio, oppure formarsi ma in modo consapevole (scopri a cosa serve il babywearing).

Quali sono le migliori fasce babywearing?

Mi chiedi sempre quali sono le migliori fasce per il babywearing, e questa domanda mi riempie sempre di gioia, perché mi consente di spiegarti che ogni supporto è valido se adatto alle vostre esigenze.

Giusto per darti una panoramica, ecco le fasce babywearing che dovresti conoscere per poter decidere quale possa essere la scelta migliore:

Fasce rigide

Le fasce tessute possono essere lunghe o corte ( dai 4,60 mt ma anche dai 2 mt in su). Dette anche fasce rigide, sono solitamente utilizzate più a lungo: a partire dai primi giorni, fino ad arrivare quando i bambini sono più grandicelli. Questo perché sono molto versatili e consentono, in base alla grammatura, di portare sia neonati che bambini più pesanti.

Il tessuto è per lo più in 100% cotone ma funzionano bene anche i blend misti (canapa, seta, bambù). È importante, come sempre, verificare la certificazione dei tessuti e rivolgersi a rivenditori accreditati.

Il bello delle fasce rigide è che le puoi utilizzare in diverse legature, a seconda delle esigenze dei bambini e anche delle situazioni (passeggiate, gite, a lavoro ecc.). Questo tipo di fascia rende molto bene anche quando è usata, in quanto il tessuto diventa ancora più maneggevole, pertanto c’è anche un mercato di “usato” molto interessante.

Fasce elastiche o semi elastiche

Se hai un neonato, probabilmente amiche e conoscenti ti hanno suggerito la fascia elastica. La fascia elastica è sicuramente una buona alternativa per portare i neonati, in quanto la trama è molto morbida, e li fa sentire accolti proprio come nel grembo materno.

Solitamente è associata ai neonati anche perché è più semplice da maneggiare, e quindi probabilmente i neogenitori avranno la sensazione di poterla gestire meglio di quella rigida.

Ti consente inoltre di creare una legatura pre-annodata, in modo tale da non doverla rifare tute le volte. Quindi è particolarmente utili quando sei all’inizio di questo percorso.

fasce-babywearing-ring
Fasce ring

Fasce ad anelli (ring)

Le fasce ad anelli, dette ring, vengono solitamente utilizzate per portare di fianco quindi con bambini più grandicelli (dai 6 mesi in su), per distribuire meglio il peso sul fianco. In realtà, anche con la fascia ring si può legare davanti, ma non è molto utilizzata in questo modo.

Non solo fasce babywearing

Se hai deciso di portare, sappi che non ci sono solo le fasce, ma anche:

marsupi ergonomici: supporti strutturati, semplici e pratici per portare sempre rispettando la fisiologia dei bambini, anche neonati (naturalmente per portare un neonato occorre un marsupio adatto, ti consiglio di vedere l’offerta di WearMe di marsupi ergonomici per neonati).

Mei Tai: supporto semi strutturato, una via di mezzo tra una fascia e un marsupio.

Se poi sei indecisa tra fascia rigida e fascia elastica, ti aiuto a fare chiarezza, anche sulle modalità di scelta e sui diversi costi eventuali.

Consulenze e sicurezza

La bella notizia è che adesso hai più chiara la distinzione tra le varie fasce babywearing, la cattiva (ma non troppo dai) è che aver scelto la fascia è solo una parte del percorso. Non smetterò mai di dirti di pensare alla sicurezza, e che anche se decidete di “fare da soli” dovete sempre tenere a mente che le attenzioni e la cura sono indispensabili.

Sono tante le variabili da considerare quando si decide di portare in fascia, e d ognuna conta nella valutazione finale, ecco perché si consiglia di contattare una professionista (se da mamma vorresti scoprire come diventare professionista del babywearing corri a leggere).

Richiedere una consulenza online è sempre più facile ormai (scopri le mie consulenze babywearing), ma ti assicura un confronto utile e a mio avviso fondamentale: non solo per la scelta del supporto, ma anche per capire se stai legando bene, se ci sono problemi di postura, o altro.

Se preferisci un percorso da seguire in autonomia prova a guardare Primizia, il mio corso online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *